Le foglie del Pothos ingialliscono in modo improvviso per 3 motivi che forse non sai

Il Pothos, si sa, è una pianta molto resistente e per questo viene scelta spesso come pianta da interno.

Tuttavia ciò non significa che non ha bisogno di cure, ma che inizia a mostrare i segni di cedimento molto più tardi rispetto ad altre piante più esigenti.

Ma quando ciò avviene devi comunque fare attenzione, soprattutto quando l’ingiallimento delle foglie è improvviso e generalizzato.

Vediamo allora i 3 motivi per cui l’ingiallimento delle foglie del pothos dovrebbe richiamare la tua attenzione!

Marciume radicale

Prima di preoccuparti dovresti capire quali sono le foglie che stanno ingiallendo, se le foglie più vecchie in modo graduale ingialliscono e cadono è tutto normale, è il ciclo della pianta.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Tuttavia se l’ingiallimento è improvviso e coinvolge anche le foglie più nuove, allora dovresti preoccuparti.

In genere, con il pothos l’errore più comune è quello di innaffiarlo eccessivamente, con eccessivamente si intende in modo più frequente di quello che dovresti.

Se infatti il terreno è sempre zuppo d’acqua e si creano dei ristagni, gli steli marciscono molto velocemente, anche se è una pianta molto resistente.

Ma la sua resistenza è relativa a periodi in cui innaffi meno frequentemente, infatti anche se dimentichi di innaffiare e lasci il terreno secco per qualche giorno in più, sopravvive ugualmente.

Quindi è meglio aspettare qualche giorno piuttosto che inondare da acqua la pianta ogni settimana.

Riceve poca luce

Poiché ha la fama di essere una pianta che riceve poche cure, ciò si traduce in “posso metterla dove voglio e trattarla come una pianta finta”, ma non è così!

È vero che resiste anche a condizioni di luce un po’ più scarsa, ma comunque è una pianta verde che ha bisogno di fotosintetizzare e se la tieni in un angolo buio dove la luce è davvero poca, la pianta mostrerà ben presto segni di sofferenza.

Sposta il pothos verso la finestra, che sia una finestra a nord o una finestra sud non hai importanza, l’importante è che riceva la luce necessaria quantomeno per sopravvivere e prosperare.

Terreno troppo secco

L’altro estremo relativo all’innaffiatura del pothos è quello di lasciare il terreno troppo secco e troppo lungo.

Ciò si abbina in genere ad una miscela di terreno di scarsa qualità, quel tipo di terreno cioè che quando si secca si spacca e rende ancora più aride le radici.

Per ovviare a questo problema utilizza una miscela di qualità.

Anche se è consigliabile aspettare che si asciughi tutto il terreno prima di innaffiare di nuovo, è anche vero che non dovresti lasciare la pianta secca per mesi altrimenti mostrerà le foglie gialle e si seccherà completamente.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.