Quale varietà di Pothos è più adatta per essere coltivata in acqua?

Sapevi che ci sono delle varietà di pothos più adatte per essere coltivate in acqua?

Non che sia il loro habitat naturale ma è molto semplice da sperimentare e basta davvero poco.

Per questo siamo soliti mettere in vasi colmi d’acqua dei rametti di pothos e scegliere un angolo di casa da rendere unico con questa combinazione.

Ci sono alcune varietà che, pur prosperando in condizioni umide, hanno bisogno di meno umidità di altre varietà, e quindi in acqua non ci stanno proprio bene.

Vediamo insieme 2 varietà di pothos che stanno volentieri in vasi colmi d’acqua.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Pothos gold

Chiamata erba del Diavolo vista la sua tenacia in qualsiasi tipo di ambiente e l’adattabilità, questa varietà è adatta anche alla coltivazione in acqua.

Le sue foglie con le macchie dorate non fanno altro che crescere e i rami radicare abbondantemente in vasi colmi d’acqua.

Questa varietà non solo resiste, ma ama l’umidità, quindi è perfetta per essere coltivata in acqua.

Marble queen

La varietà dalle foglie di marmo, vista la sua variegatura molto particolare, a tratti come una tela di un pittore, piena di spruzzi di colore che oscillano tra le varie tonalità di verde può fare al caso tuo.

È proprio una fortuna che foglie così belle amino l’umidità così che possiamo fare sfoggio di questa varietà di pothos in vasi pieni d’acqua in un salotto.

Acqua per le radici e luce per le sue foglie sono una combo perfetta. Dalle tanta luce, sempre indiretta, per fare in modo che le sue foglie siano sempre più variegate. Il segreto della variegatura sta proprio nella luce.

Come cominciare

Non c’è nulla di più semplice che cominciare a coltivare un pothos in acqua.

Taglia lì dove ci sono le radici aeree, quindi recupera piccole talee. È fondamentale che abbiano almeno due nodi fogliari.

Immergi completamente in acqua la parte con le radici e in poche settimane le vedrai allungarsi.

3 regole d’oro per tenerlo in acqua

Segui queste 3 regole essenziali e vedrai prosperare i tuoi rami di pothos in acqua per molto tempo.

 Vaso pulito

Scegliere un contenitore in vetro ti consentirà di controllare se il vaso è sempre pulito. Questo è fondamentale.

Se fai in modo che si producano alghe, non cambiando frequentemente l’acqua, questo potrebbe compromettere la buona riuscita della tua coltivazione del pothos.

Le alghe causano infezioni fungine e di conseguenza macchie marroni sulle bellissime foglie.

Acqua morbida

L’acqua è l’unico elemento che il pothos ha per le radici; quindi, è importante che non sia troppo dura, troppo calcarea.

Generalmente va bene l’acqua del rubinetto, ma perché non dare al tuo pothos il meglio?

Col tempo il calcare potrebbe depositarsi sulle radici e impedire loro il corretto assorbimento dei nutrienti.

Potresti fare qualcosa per renderla più morbida, magari usando quella distillata oppure facendola bollire e poi raffreddare prima.

Tanta luce

È chiaro che anche se resistente, in questo caso la condizione di vita del pothos non è proprio naturale.

Il meglio che puoi fare è dargli tanta luce, sempre indiretta.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.