Non credere che curare le Piante sia dispendioso. Affidati a queste 3 regole per Risparmiare

Chi dice che aver cura delle piante è dispendioso? Certo, può rivelarsi tale se non segui le regole giuste.

Tutto ha a che fare con che tipo di impostazione utilizzi nella cura delle piante, e nello sviluppare questa passione, e bisogna cominciare col piede giusto.

Ecco tre regole basilari se vuoi coltivare la tua passione per le piante senza fare spese pazze.

Puoi scegliere piante economiche

Io scelgo sempre una tipologia di piante che si sposi bene con le mie tasche, cioè che mi consenta innanzitutto di acquistarle con poco senza fare riferimento ad esemplari da collezione che potrebbero essere anche complicati da curare.

Sta tutto nel capire se la tua è una passione per le piante che punti all’estetica delle stesse oppure alla semplice cura.

Le piante non sono soprammobili o oggetti d’arredamento che stanno in angoli di casa dimenticati per puro diletto e per culto estetico.

Se è questo il tuo proposito, dovresti rivalutare la tua passione perché di sicuro non è economica, ma oltretutto non ha molto a che fare con le piante.

Le felci, i pothos, i filodendri, le monstera, le varietà di fittonia, sono piante economiche in grado di dare grandi soddisfazioni.

Puoi curarle con rimedi naturali

Non c’è bisogno di ricorrere sempre a prodotti specifici in caso di problematiche ma puoi supportarti nella cura delle piante, qualora vi fossero problematiche in atto, con moltissimi rimedi naturali.

Esistono prodotti quali il sapone di marsiglia, ad esempio, che utilizzato nel modo giusto riesce ad essere un potente ed efficace antiparassitario contro i parassiti più comuni come afidi e cocciniglie.

Il bicarbonato di sodio può essere un utilissimo fungicida, la cannella un disinfettante naturale per infezioni alle radici.

Un prodotto come l’olio di neem miscelato con acqua, del tutto naturale ed acquistabile con pochi euro può fare miracoli per la cura delle parassitosi.

Anche la carenza di nutrienti può essere ovviata con fertilizzanti fai da te che puoi realizzare a costo zero con quanto hai già in casa.

Come vedi, anche se la pianta dovesse avere un problema, puoi curarla con medicine a costo 0.

Puoi sceglierne di resistenti

Una regola fondamentale che adotto sempre per non spendere tanto è la scelta di piante che sono resistenti, così mi tutelo da eventuali spese, qualora dovessero essere necessarie, per la cura e la manutenzione.

Quando parliamo di aspetto economico facciamo riferimento non solo al denaro ma anche al tempo ed all’attenzione di cui una pianta ha bisogno.

Scegliendone di resistenti, mi assicuro che, qualora la mia giornata fosse piena le mie piante non si sentano trascurate, mostrando segni di cedimento se non innaffiate in tempo.

Ma il trucco con le piante resistenti è anche che sono spesso facilmente propagabili, così che da un’unica pianta io posso ottenerne infiniti esemplari e coltivare la mia passione per le piante senza mai acquistarne.

Non c’è limite agli esemplari che posso produrre per avere un angolo verde in ogni punto della casa senza alcun costo.


Photo Credits:

Le immagini presenti in questo articolo sono di proprietà di Meraki s.r.l.s.

Giuseppe Iozzi
Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.