Sai qual è il peggior Parassita per i tuoi Gerani?

Hai mai sentito parlare della farfalla dei gerani? Il suo nome può trarti senz’altro in inganno poiché non è l’insetto adorabile e innocuo, con le sue ali colorate, che siamo abituati a vedere.

Si tratta in realtà del parassita più temibile del geranio, in grado di devastare l’intera pianta in meno di un anno se non attaccato in modo adeguato.

Il suo nome scientifico è Cacyreus marshalli, un insetto parassita in grado di attaccare il geranio in ogni sua forma, sia da larva che da farfalla.

Vediamo insieme in che modo riconoscerne la presenza e come intervenire per proteggere e salvare i nostri gerani dal loro acerrimo nemico.

Di cosa si tratta?

Il Cacyreus marshalli si annida sul geranio quando la femmina depone le uova sulla pianta.

In primavera ci sono tutte le condizioni ideali per la schiusa delle uova, dalle quali nasceranno le larve pericolose.

Allo stato di larva, questo parassita fa dei fori sugli steli, quelli spessi e centrali, a tratti legnosi, e si annidano all’interno, nutrendosene dall’interno.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Rendono gli steli svuotati fino a quando, una volta cresciute e divenute farfalle ritornano a nutrirsi delle parti aeree della pianta, quindi di foglie e fiori.

Come capisco che è presente la farfalla del geranio?

Per capire se la farfalla del geranio ha attaccato la tua pianta devi passare al vaglio ogni parte della pianta e notare se vi sono delle parti mangiucchiate: questo indica che ci sono dei parassiti rosicchiatori in atto. Tuttavia, potrebbe trattarsi di vari parassiti.

Ciò che contraddistingue la presenza di queste farfalle voraci è la presenza di piccoli fori sugli steli e parti cave. Questo è il segnale evidente di larve che si stanno nutrendo dall’interno dei tuoi gerani.

Anche macchie nere sui rami del geranio sono un segno evidente di questo parassita in azione.

Rimedi naturali

La prima cosa da fare è ridurre l’umidità sui tuoi gerani. Un terriccio umido attira questo parassita; è bene quindi evitare di innaffiare quando il terriccio è ancora umido ma lasciarlo asciugare prima di innaffiare nuovamente.

Evita di bagnare la chioma e le foglie, soprattutto durante il periodo primaverile.

Un buon alleato naturale è senz’altro l’olio di Neem. È un potente antiparassitario in grado di dare un valido aiuto nella lotta della farfalla del geranio e di molti altri parassiti.

Diluisci in un litro di acqua almeno 10ml di olio di Neem e nebulizza le parti infestate.

Un altro alleato molto valido è l’assenzio, un antiparassitario potente da utilizzare per creare un buon pesticida efficace.

Metti in acqua bollente una buona manciata di foglie e lasciale in infusione almeno 24 ore.

Una volta filtrato, il decotto può essere spruzzato nebulizzando le parti infestate.

Ripeti i trattamenti per almeno un paio di mesi, poiché in questo modo ti assicuri che non solo le farfalle si allontanino ma che anche le larve appena nate possano essere attaccate.

Alleati chimici

Quando l’infestazione è grave occorre attaccare i parassiti con prodotti chimici; quelli utilizzati come antiparassitari generici, utili anche per cocciniglia e afidi possono dare un valido aiuto.

L’efficacia del trattamento si raggiunge dopo circa 4 settimane e, se non porta a risolvere completamente il problema, è possibile ripetere la dose a distanza di 10 settimane.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.