Hai mai visto la Sansevieria Mini? Ecco come curarla

La Sansevieria è conosciuta per le lunghe foglie succulente a forma di lancia ma non tutte le varietà crescono molto in altezza.

Alcune varietà di Sansevieria infatti, come la Sansevieria hahnii, hanno dimensioni ridotte e crescono con piccole foglie disposte quasi come fossero petali di un fiore.

La specie madre della Sansevieria hahnii è la Sansevieria Trifasciata.

Ma vediamo insieme come va curata questa versione mini della classica Sansevieria!

Usa un terreno adatto

La Sansevieria hahnii o Nido d’Uccello, come la maggior parte delle piante grasse, preferisce un terreno leggero e drenante.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Le miscele di terreno per succulente per la sansevieria in vaso sono un’ottima scelta, ma puoi anche creare da solo la tua miscela.

Un terreno di buona qualità e miscelato con materiali come sabbia grossolana, ghiaia o perlite è il giusto compromesso per permettere alla pianta di crescere sana.

Con un terreno arioso, infatti, l’acqua in eccesso dell’innaffiatura defluirà perfettamente e non si accumulerà nel terreno per troppo tempo.

Di quanta luce ha bisogno?

Le piante di Sansevieria hahnii godono di luce indiretta ma da moderata a intensa. Questa è la condizione di luce in cui crescono meglio.

Tuttavia, la Sansevieria è una pianta adattabile. Si adatteranno facilmente a tante condizioni di luce, da scarsa illuminazione all’ombra parziale.

Le aree molto buie dovrebbero essere evitate poiché la crescita di queste piante può bloccarsi.

Se mantenute nelle loro condizioni di luce ideali, queste piante vengono incoraggiate a crescere e a fiorire. Non solo la loro crescita è incoraggiata, ma anche i colori del fogliame sono migliori.

Ciò che rende le piante di Sansevieria così popolari negli uffici è proprio questa adattabilità.

Innaffia solo se necessario

Questa pianta è succulenta e, come la maggior parte di queste, è resistente alla siccità. Ciò significa che la Sansevieria hahnii non ha bisogno di essere annaffiata molto frequentemente per poter prosperare.

Dovresti sempre lasciare che il terreno della tua pianta si asciughi completamente prima della prossima innaffiatura.

Uno dei problemi più comuni e pericolosi per la vita con Sansevieria è il marciume radicale e la maggior parte delle volte è il risultato dell’eccesso di acqua.

È sempre meglio saltare un giorno o due prima dell’irrigazione successiva piuttosto che innaffiare troppo la pianta se non sei sicuro.

Per evitare questa situazione, controlla sempre il terreno con il metodo del dito indice prima di annaffiare la pianta per assicurarti che sia pronta per la prossima irrigazione.

La frequenza con cui annaffiare la tua succulenta dipenderà da alcuni fattori. Questi fattori includono il clima, la stagione e le condizioni di fulmine in cui è tenuta la tua pianta.

In alcuni casi, l’irrigazione può essere necessaria solo una volta ogni due settimane.
In inverno, l’irrigazione è necessaria solo una volta al mese.

Quanto cresce una mini sansevieria?

Le piante di mini sansevieria sono relativamente piccole ed è probabile che non crescano più di circa 30 centimetri.

A causa della sua piccola dimensione, questa pianta è perfetta per mensole e piccoli davanzali.

Il fogliame della Sansevieria hahnii cresce fino a formare una fitta forma a rosetta. Ha foglie piatte lunghe da 12 a 15 cm e di colore verde e giallo.

Le variegatura delle foglie può essere anche con bande screziate e di colore verde chiaro. La larghezza delle foglie arriva generalmente solo fino a 7 cm.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.