5 cose che ti fanno capire che la tua aloe è un’aloe vera

Conosciuta da tutti per gli strabilianti effetti del gel contenuto nelle sue foglie: si tratta dell’aloe.

Pianta grassa molto resistente e dalle foglie verde intenso, l’aloe è molto amata da chi non ha molto tempo da dedicare alle sue piante, nonché da chi è appassionato della coltivazione di questa pianta così particolare.

In realtà, quando parliamo di aloe, ci riferiamo a un genere di piante che comprende molte e diverse specie: tra queste, c’è l’aloe vera.

In molti hanno difficoltà nel capire se la propria aloe è un’aloe vera. Vediamo insieme 5 indizi che possono aiutarci.

Portamento e consistenza delle foglie

Sicuramente una delle caratteristiche principali dell’aloe vera è data dal portamento e dalla consistenza delle sue foglie.

Queste, infatti, sono spesse e hanno una consistenza “piena”, dovuta appunto all’alta concentrazione del gel nelle sue foglie. Per questo, sono solide e dritte, sempre se in un buono stato di salute.

Le foglie di altre specie, invece, tendono a essere più morbide e a piegarsi un po’ verso il basso.

Inoltre, le foglie dell’aloe vera sono disposte a rosetta, quindi crescono come petali di una rosa intorno a un piccolo spazio centrale.

Quelle delle altre specie crescono in modo più disordinato.

Colore dei fiori

Un altro importante indizio che ci fa capire che la nostra aloe è un’aloe vera è il colore delle infiorescenze.

Quelle dell’aloe vera sono di un colore variabile che va dal giallo al rosso, passando per le sfumature dell’arancione.

Nelle altre specie, tra cui l’aloe arborescens, le infiorescenze sono quasi sempre esclusivamente di colore rosso.

Fusto legnoso

Non tutte le specie di aloe hanno il fusto legnoso. L’aloe vera, infatti, è priva del fusto centrale: le foglie partono direttamente alla stessa altezza della superficie del terreno.

Diversa è, invece, l’aloe arborescens che ha un fusto legnoso e spesso,molto accentuato ed evidente e che porta l’aloe a somigliare maggiormente a un albero.

Gel

Se siete in dubbio, potete sezionare una foglia della vostra aloe.

Quando il gel è vischioso e denso, probabilmente la vostra aloe è un’aloe vera. Quando, invece, il gel è liquido e meno denso, probabilmente si tratta di un’altra specie.

N.B: per gli utilizzi del gel, rivolgetevi sempre a professionisti che sappiano consigliarvi in base a effettive informazioni scientifiche.

Altezza della pianta

Infine, un elemento indispensabile per riconoscere questa specie con una certa sicurezza: l’altezza.

Pur potendosi sviluppare molto in larghezza, le foglie dell’aloe vera sono lunghe al massimo 60 cm il che comporta che l’altezza di questa pianta risulti abbastanza moderata.

Le altre specie, invece, possono avere altezze differenti: l’aloe arborescens può raggiungere i 3 metri d’altezza così come l’aloe ferox; l’aloe maculata, invece, è solitamente meno alta e larga.

N.B: se avete problemi nel capire la specie cui appartiene la vostra aloe, rivolgetevi a un professionista che saprà aiutarvi con una sola occhiata! Inoltre, a volte, questa pianta viene confusa anche con l’agave.

Consigli di cura

Se avete scelto di adottare un’aloe vera, ricordate di seguire poche ma semplici regole per far sì che questa pianta risulti sempre rigogliosa e in buona salute.

  • Rinvasate in primavera: l’aloe vera in vaso tende a crescere molto e a produrre polloni, ossia piante figlie. Ogni anno, nel periodo primaverile, rinvasate utilizzando un vaso leggermente più largo.
  • Non innaffiate troppo: ricordate che l’aloe vera è una pianta grassa. Non dovete esagerare con le innaffiature, mantenendo il terriccio sempre umido ma mai bagnato.
  • Tenete alla luce del sole. Questa pianta, infatti, ama la luce solare. Pur essendo particolarmente resistente, non preferisce la mezz’ombra o i luoghi senza luce.
  • Concimate pochissimo. L’aloe vera non ha bisogno di particolari concimazioni. L’ideale è concimare una volta in primavera e una in estate. Nei mesi freddi, invece, sospendete ogni concimazione.
Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".