Il metodo per innaffiare la Zamioculcas e non farla mai marcire

La Zamioculcas zamiifolia è un’ottima pianta d’appartamento facilissima da curare e molto decorativa.

Uno dei problemi più comuni nella cura della Zamioculcas è annaffiare quando non è necessario.

Queste piante sono generalmente molto tolleranti e richiedono poche cure, ma non tollerano troppa acqua. Ma c’è un modo innaffiare questa pianta nel modo giusto.

Scopriamo insieme il metodo per innaffiare la Zamioculcas e non farla mai marcire!

L’errore più comune

Si dice che le piante di Zamioculcas prosperino anche se te ne dimentichi. In parte è vero perché queste piante hanno un’enorme capacità di sopravvivere con poca luce e poca acqua.

Al contrario, teme soltanto una cosa: il coltivatore troppo apprensivo.

Siamo tutti desiderosi di coltivare al meglio le nostre piante da interno e un errore che molte persone fanno è quello di dare troppa acqua alle loro piante.

Nel caso della pianta di Zamioculcas, questo può portare alla morte della tua pianta a causa del marciume radicale.

Per assicurarti di annaffiare correttamente la tua pianta di zamioculcas, hai bisogno di alcune linee guida.

Come capire quando innaffiare

È sempre importante osservare la tua pianta prima di decidere se c’è bisogno di annaffiare.

Non sempre va bene innaffiare le piante d’appartamento secondo un programma prestabilito poiché non si tiene conto delle condizioni della pianta.

Infila il dito nel terriccio, a circa 3-4 cm di profondità: se senti umidità, la pianta non c’è bisogno di annaffiare.

Usa uno spiedino e infilalo nel terreno fino al fondo del vaso, sollevalo e controlla che il bastoncino non sia umido. Se l’estremità del bastoncino è bagnata e ha del terreno attaccato, la pianta non ha bisogno di acqua.

Controlla anche il peso del vaso: il terreno asciutto è più leggero del terreno umido. In poco tempo capirai se devi innaffiare o meno.

Tieni sempre presente che la pianta di Zamioculcas conserva acqua nei suoi rizomi (ovvero le radici) e nelle sue foglie carnose.

Quantità di acqua utilizzata

Se le piante di zamioculcas odiano essere innaffiate troppo, allora dovresti annaffiarle solo un po’ alla volta? La risposta è NO.

Ogni volta che innaffi la zamioculcas, dovresti farlo bagnando in modo uniforme il terreno. Se innaffi con poca acqua invece, le radici non saranno raggiunte dall’acqua.

Se la pianta è di dimensioni contenute, portala nella doccia o nella vasca da bagno e bagna finché l’acqua non fuoriesce più dai fori di drenaggio, solo allora puoi riportarla al suo posto.

Fattori che influenzano le annaffiature

Ora che sai come valutare se la zamioculcas ha bisogno di acqua, è davvero importante sapere quali sono i fattori che possono influenzare la frequenza con cui dovrai annaffiare la pianta.

Clima

Un fattore importante che determinerà quando e quanto spesso dovrai innaffiare a pianta è il clima in cui la stai coltivando.

Se vivi in ​​un clima caldo e secco, l’acqua evaporerà dal terreno più rapidamente, la pianta crescerà più velocemente, il che aumenterà la quantità di acqua di cui ha bisogno.

Ad esempio durante l’inverno, quando la zamioculcas non sta crescendo attivamente e le temperature interne sono più fresche, con meno ventilazione, dovrai ridurre le annaffiature.

Terreno

Il tipo di terriccio che usi per far crescere la tua pianta avrà un impatto sulla frequenza con cui devi annaffiare e sulla velocità con cui il terreno si asciuga.

È importante utilizzare un terriccio drenante in modo che l’acqua in eccesso scorra via rapidamente dalle radici dopo aver innaffiato.

Usa una miscela di terriccio e perlite, in quanto fornisce drenaggio e aerazione, consentendo allo stesso tempo di trattenere la giusta umidità.

Vaso

Il tipo di vaso è importante per il successo dell’irrigazione delle piante di zamioculcas.

I vasi di terracotta consentono il libero trasferimento di acqua e ossigeno attraverso le pareti del vaso e riducono significativamente il rischio di eccessiva irrigazione.

Assicurati sempre che qualsiasi vaso tu usi abbia fori di drenaggio. Questo è essenziale. È davvero molto difficile fornire ogni volta esattamente la giusta quantità di acqua in un vaso senza fori di drenaggio.

L’acqua in eccesso si accumulerà sul fondo del vaso ed è quasi inevitabile che finirai con il marciume radicale.

Cosa fare se hai innaffiato troppo?

Se noti che le foglie della zamioculcas stanno diventando gialle, gli steli sono molli e la pianta sembra un po’ infelice, il primo sospetto è l’eccesso di acqua.

Controlla il terriccio per vedere se è zuppo. Se è così, probabilmente hai un caso di marciume radicale. Dovrai rinvasare immediatamente la tua pianta se vuoi avere la possibilità di salvarla.

Rimuovi la zamioculcas dal suo vaso e scuoti via tutto il vecchio terriccio intorno alle radici. Le radici marce saranno fragili, pastose e di colore arancio-marrone.

Dovrai rimuovere tutte le radici malate con un paio di cesoie o forbici pulite. Se non rimangono radici sane sufficienti, è improbabile che la tua pianta sopravviva.

Supponendo che rimangano ancora delle radici sane, dovrai rinvasare la tua pianta in un terriccio molto ben aerato, in un vaso poroso con molti fori di drenaggio.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.