Il metodo per il Ciclamino che pochi sanno per stimolare i boccioli

Fiori inconfondibili e infinite sfumature di rosa e rosso: il ciclamino è sicuramente tra i fiori più amati dei mesi autunnali e invernali.

Questa pianta, infatti, ama il clima fresco e dà il meglio di sé proprio in questo periodo, mentre cade in una fase di riposo vegetativo nei mesi caldi in cui non fiorisce e tende a perdere gran parte delle sue foglie.

Bulbosa abbastanza resistente, questa pianta è ideale per gli interni, ma può essere messa anche in balcone (anche se non sopporta le temperature più basse di 5 °C). Di solito, le sue fioriture sono abbondanti e abbastanza lunghe.

Capita, però, che i suoi fiori appassiscano prematuramente e la pianta non ne produca di nuovi.

Esiste un metodo per stimolare la crescita di nuovi boccioli? Assolutamente sì! Vediamo quali sono i due trucchetti principali e come avere una fioritura sempre molto lunga.

Potatura dei fiori flosci

Quando i fiori del ciclamino iniziano ad appassire, tendono ad afflosciarsi, perdendo così il loro elegante portamento.

Questi fiori vanno staccati. In questo modo, avremo un doppio risultato.

Innanzitutto, eviteremo che i fiori secchi marciscano, aumentando così il rischio di infezioni e malattie.

Inoltre, verrà stimolate la produzione di nuovi boccioli che andranno velocemente a sostituire i fiori ormai appassiti.

N.B: potete staccare i fiori con le mani oppure utilizzando delle cesoie ben sterilizzate.

Concimazione

Fondamentale per stimolare la produzione di nuovi boccioli è la concimazione.

Questa deve essere fatta regolarmente e senza errori, in modo da garantire al ciclamino tutte le sostanze nutritive di cui ha bisogno per generare nuovi fiori.

Essenziale è scegliere il concime giusto. Va subito detto che, per quanto possano essere efficaci i concimi fai da te, questa pianta ha bisogno di un fertilizzante specifico perché la sua fioritura sia lunga e abbondante.

Di solito, i concimi specifici per ciclamino sono di tipo liquido, adatti per bulbose e ad alte concentrazioni di potassio e fosforo.

Vanno somministrati normalmente ogni 15-20 giorni. La concimazione va fatta nel periodo della fioritura, quindi da ottobre alla fine dell’inverno.

N.B: se avete dubbi circa quale concime utilizzare, chiedete consiglio a un professionista.

E per prolungare la fioritura?

Già di per sé, la concimazione garantisce fioriture piuttosto lunghe. Con alcune accortezze potrete, però, aiutare ulteriormente il ciclamino a mantenersi fiorito.

Posizione a mezz’ombra

La posizione giusta è importante per permettere a questa pianta di mantenersi in forma e continuare ininterrottamente a fiorire fino alla fine dell’inverno.

Sia che teniate il ciclamino all’esterno, in terrazza o in balcone, sia che lo teniate in casa, questa pianta non deve mai essere esposta alla luce solare diretta.

L’ideale è tenerla a mezz’ombra, all’aperto, o in un luogo luminoso, al chiuso.

Tra i posti ideali, il davanzale delle finestre con vetri opacizzati o con tendine filtranti. Altrimenti, scegliete sempre davanzali non esposti a est o ovest.

Terreno sempre umido

Altro elemento essenziale per una fioritura lunga consiste nel dare al ciclamino il giusto apporto d’acqua.

Nel periodo della fioritura, quindi nei mesi freddi, questa pianta non va innaffiata troppo.

Un segreto consiste nel controllare spesso lo stato del terreno e innaffiare solo quando questo risulti ormai asciutto o secco.

Innaffiate sempre evitando di bagnare foglie e fiori.

Un trucchetto per l’innaffiatura? Potete riempire il sottovaso d’acqua e lasciarci la pianta dentro per circa 30 minuti. In questo modo, il ciclamino assorbirà solo l’acqua di cui ha bisogno.

Giusta temperatura

Freddo? Sì, grazie ma non troppo. Questa pianta ama il clima fresco, ma non il gelo.

Per vederla sempre fiorita, assicuratevi di collocarla in un luogo dove la temperatura non sia mai superiore ai 15 °C.

Importante, però, è che questa non scenda mai sotto i 5 °C. Sotto questa soglia, infatti, i fiori cadono e il ciclamino inizia ad appassire.

Gianluca Grimaldi
Da sempre sono appassionato di fiori e piante, di giardinaggio e di tutto quello che è "verde". Credo che la parola "ecologia" sia sinonimo della parola "futuro".