Stimola così i germogli dell’ortensia per vederla fiorire!

Le ortensie fioriscono dall’inizio della primavera o dalla metà dell’estate fino alla fine dell’estate.

Tuttavia, devi sapere che ci sono alcuni metodi che puoi adottare per aumentare il numero di fiori di ortensia e prolungare la durata della fioritura.

Uno di questi è piantare l’ortensia in un’area soleggiata al mattino con ombra nel pomeriggio. Le ortensie fioriscono sulla crescita dell’anno precedente, quindi è importante anche evitare di potarle troppo spesso, per incoraggiare più fiori.

Ma vediamo subito insieme come aumentare la comparsa di nuovi germogli e ricche fioriture sulla tua pianta di ortensie!

Giusta esposizione

Per una fioritura ottimale, le ortensie richiedono un equilibrio tra sole e ombra.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Mentre alcune ortensie possono fiorire all’ombra, la maggior parte fiorirà di più se si trova al sole del mattino seguito dall’ombra del pomeriggio o quando è in luce screziata sotto la chioma di un albero.

Il sole del primo mattino dona alle piante l’energia per la fioritura e l’ombra nel pomeriggio protegge le foglie sensibili e i petali dei fiori dal bruciore nell’intenso sole di mezzogiorno.

Garantisci circa 4-6 ore di sole mattutino, questo intervallo sarebbe ottimale.

Troppo sole può bruciare le foglie e l’ortensia può anche soffrire di stress da siccità durante le ore calde della giornata, quindi il pieno sole può effettivamente essere a scapito della fioritura, da qui l’importanza dell’equilibrio con l’ombra per fornire sollievo dal calore in eccesso.

La specie di ortensia più versatile è l’Hydrangea paniculata in quanto può adattarsi superbamente al pieno sole e all’ombra.

Mantieni il terreno costantemente umido

È essenziale che le ortensie abbiano un terreno uniformemente e costantemente umido.

Una mancanza di umidità può influenzare la nuova crescita e, successivamente, lo sviluppo della fioritura ed è molto spesso la causa di un’ortensia morente.

È particolarmente importante mantenere l’ortensia umida in primavera, proprio quando emergono nuovi germogli.

L’aggiunta di pacciame aiuta a conservare l’umidità nel terreno; tuttavia, nei climi caldi e nei periodi di siccità, bagna il terreno con la frequenza necessaria per mantenere un’umidità uniforme e costante, altrimenti la formazione di nuove gemme può essere compromessa.

Evita di potare troppo spesso

Uno dei grandi errori nella cura dell’ortensia è la potatura eccessiva. La maggior parte delle ortensie non richiede potature annuali poiché i boccioli dei fiori si sviluppano su legno vecchio piuttosto che sulla crescita della nuova stagione.

Le ortensie fioriranno da metà a fine estate e emergeranno solo dai germogli che provengono dalla crescita dell’anno scorso (quindi non tagliarli!). La potatura dovrebbe, idealmente, limitarsi al taglio delle parti morte e della parte superiore della pianta.

Se poti la tua ortensia in modo pesante, questo tende a provocare una crescita rigogliosa del fogliame ma senza fiori.

Se hai bisogno di potare la tua ortensia in modo significativo, allora pota subito dopo che è fiorita. Questo darà più tempo possibile alla pianta per crescere e stimolare le cime per la fioritura della prossima estate.

Usa un fertilizzante bilanciato

Si è tentati di applicare il fertilizzante per dare alle nostre ortensie le migliori possibilità di apparire belle.

Tuttavia, troppo azoto (un ingrediente chiave dei fertilizzanti) in una concentrazione troppo alta può promuovere un fogliame verde lussureggiante, ma può limitare le fioriture di ortensie.

Il miglior fertilizzante per le ortensie è un fertilizzante granulare bilanciato.

Il fertilizzante granulare è il migliore per le ortensie poiché rilascia lentamente i nutrienti e contiene tutti i nutrienti, alla giusta concentrazione per la fioritura delle ortensie.

Se applichi regolarmente il pacciame e hai adeguatamente preparato il terreno prima della semina (con molto compost o concime fogliare), le ortensie mature spesso non hanno bisogno di alcun fertilizzante per la fioritura, tuttavia le ortensie più piccole o in vaso traggono vantaggio dall’uso di un fertilizzante in primavera.

Proteggi le ortensie

Pianta la tua ortensia sotto una tettoia o in un luogo che la protegga dal vento e dal gelo (come un muro, una recinzione o altri arbusti) piuttosto che in un’area aperta e ventosa del giardino.

Poiché le ortensie sono piante boschive, crescono naturalmente in condizioni riparate che riducono il rischio di gelo e danni del vento. Prova a replicare lo stesso ambiente nel tuo giardino.

Inoltre, tieni i vecchi capolini sulla tua ortensia poiché proteggono la pianta dalle gelate durante l’inverno. Anche se possono sembrare sgradevoli, sono un protettore naturale dal gelo.

Se subisci danni da gelo sulla tua ortensia, assicurati di tagliare le parti morte appena sopra la cima successiva lungo lo stelo.

I boccioli all’esterno della tua pianta hanno maggiori probabilità di essere danneggiati dal gelo, ma i boccioli dei fiori più in basso lungo lo stelo sono spesso più protetti e possono ancora mostrare fiori.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.