Se la tua Orchidea ha steli ingialliti ecco i motivi

Gli steli fioriti dell’orchidea possono improvvisamente ingiallire, manifestando la fine della fioritura, e quindi rispettando il normale ciclo della vita.

Ma se ogni stelo dell’orchidea comincia ad ingiallire contemporaneamente, questo è strano. Soprattutto se ci sono nuovi piccoli boccioli pronti a fiorire.

L’ingiallimento si propaga e man mano raggiunge il colletto dell’orchidea e potrebbe proseguire.

In questo caso la questione è preoccupante quindi dobbiamo necessariamente conoscere le cause di questo problema.

Vediamo insieme quali possono essere le cause dell’ingiallimento degli steli dell’orchidea e come intervenire.

Ti aspetto nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Innaffiatura sbagliata

La principale causa di danno all’orchidea, soprattutto per quanto riguarda l’ingiallimento degli steli o l’avvizzimento di fiori e foglie riguarda le innaffiature.

Hai bagnato le foglie

Nell’innaffiare l’orchidea potremmo, per errore, aver bagnato le foglie e potrebbe essere rimasta dell’acqua nei colletti fogliari.

Questo può accadere anche se siamo soliti nebulizzare con uno spruzzino le foglie per incrementare l’umidità.

In questo caso dobbiamo prestare la massima attenzione e asciugare immediatamente con della carta assorbente le insenature all’attaccatura delle foglie e degli steli poiché questo potrebbe essere la causa dell’ingiallimento.

Steli e foglie stanno cominciando a marcire.

Hai lasciato acqua nel vaso

Potresti aver lasciato l’orchidea dopo l’innaffiatura nel vaso decorativo esterno con dell’acqua che continua a scendere sul fondo del vaso.

Questo fa in modo di tenere le radici sul fondo del vaso in plastica, messo dentro quello decorativo esterno, in continua umidità. Il marciume delle radici arriverà di lì a poco.

Dopo aver innaffiato la tua orchidea assicurati che tutta l’acqua sia colata via dai fori di scolo sul fondo del vaso in plastica.

Lasciala fuori dal vaso ornamentale per qualche ora così che l’apparato radicale possa arieggiare.

Come innaffiarla

Non metterla direttamente sotto la fontana. Procurati una bacinella e innaffia la tua orchidea per immersione.

Fai in modo che l’acqua arrivi ad 1 cm sotto il bordo del vasetto trasparente.

Tienila immersa per 15 min, il tempo giusto per vedere le radici cambiare colore e assumere un colore verde brillante.

Hr de ed Attenzione che non ci siano ristagni d’acqua.

Se vuoi puoi nebulizzare il terreno sempre stando attento a non fare andare acqua nei colletti.

Fungo alle radici

Osserva l’apparato radicale attraverso il vaso trasparente. Ad una prima occhiata potresti ritrovare dello sporco verdastro sul fondo o sulle pareti del vaso, o della patina bianca sulle radici.

Potrebbe trattarsi di un fungo, causato da radici marce o dall’eccessiva umidità dovuta ad innaffiature sbagliate o dalla scarsa areazione data all’apparato radicale.

Devi necessariamente rinvasare la tua orchidea, sostituendo il substrato. Ripulisci l’apparato radicale dalle radici marce e disinfettalo con te dell’acqua ossigenata o della cannella in polvere.

Lava bene il vaso con disinfettante prima di rimetterci l’apparato radicale.

Devo potare gli steli appassiti?

Se gli steli si mostrano completamente ingialliti non puoi fare atro che potarli via. Ricorda che ogni parte della pianta secca o marcia o malata va sempre rimossa.

Con cesoie ben disinfettate taglia nel punto più vicino al colletto così che ti assicurerai che queste parti morte non siano dimora di parassiti o infezioni.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.