Se il tuo Geranio è in questo stato stimola così la fioritura

I gerani sono piante resistenti alla siccità e al calore e possono mostrare fiori tutto l’anno in climi caldi e con le giuste condizioni.

Le ragioni per cui i gerani non fioriscono sono dovute a vari fattori come un terreno zuppo, troppa ombra, temperature troppo basse e fertilizzanti ad alto contenuto di azoto.

I gerani invece richiedono terreno drenante, fertilizzante a base di potassio, pieno sole e temperature notturne superiori a 12°C per fiorire in estate.

Allora vediamo meglio insieme perché i tuoi gerani non stanno fiorendo e come migliorare le cure per farli fiorire abbondantemente!

Irrigazione eccessiva

Quasi tutte le specie di gerani (Pelargoniums) sono originari del Sud Africa, dove fioriscono quasi tutto l’anno in un terreno che tende a seccarsi un po’ a causa del clima caldo e tra periodi di piogge rare.

Replicare le condizioni di irrigazione e l’umidità del suolo del loro habitat naturale è importante per la salute delle piante e per promuovere la fioritura.

Pertanto, due ragioni comuni per cui il geranio non fiorisce sono dovute a innaffiature troppo frequenti in modo che il terreno rimanga umido o umido e a terreni a lento drenaggio o troppo compatti.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

I terreni umidi e paludosi possono stressare il geranio e causare malattie fungine come il marciume radicale, che impedisce un’efficace respirazione delle radici e limita il potenziale di fioritura della pianta.

Se i tuoi gerani non stanno fiorendo, rivedi il tuo programma di irrigazione in modo che il terreno abbia la possibilità di asciugarsi un po’ tra un’annaffiatura e l’altra.

In genere dovresti innaffiare i gerani in vaso una volta alla settimana durante l’estate e innaffiare i gerani piantati in giardino quando c’è un periodo di siccità.

L’importante è regolare la frequenza dell’irrigazione (in modo che il terreno abbia la possibilità di asciugarsi) in base al clima specifico e alle condizioni meteorologiche.

Per determinare se i tuoi gerani vogliono acqua, testa il terreno a una profondità di un dito, se il terreno è umido, salta l’irrigazione per alcuni giorni, ma se il terreno inizia a sentirsi asciutto, innaffia.

Se il terreno del tuo giardino è troppo compatto e drena lentamente, pianta i gerani in vaso e coltivali in un terreno più poroso.

Innaffia sempre i gerani con un buon ammollo in quanto ciò incoraggia le radici a crescere e stabilirsi nel terreno e aumenta la resistenza delle piante alla siccità.

Gerani in vaso non fioriti

I gerani prosperano e fioriscono in modo esuberante in vaso grazie alle favorevoli condizioni di drenaggio, tuttavia è fondamentale che il tuo vaso o fioriera abbia fori di drenaggio alla base per consentire all’acqua in eccesso di fuoriuscire.

In vasi senza un buon drenaggio, il terreno diventa paludoso e la pianta muore a causa del marciume radicale o diventa stressata dall’acqua e non fiorisce.

Nei climi più caldi un vaso più grande è una soluzione da considerare perché ha la capacità di trattenere l’umidità e di non asciugarsi troppo rapidamente nelle giornate torride.

Le applicazioni di fertilizzante diventano più importanti per la fioritura dei gerani in vaso poiché le radici possono esaurire i nutrienti nel vaso, riducendo la fioritura.

Il geranio non fiorisce perché non riceve abbastanza sole

Uno dei fattori più influenti per promuovere i fiori di geranio è la quantità di luce solare al giorno.

Per fioriture più vigorose, posiziona i tuoi gerani in un luogo con circa 6 ore di sole al giorno.

Troppa ombra fa sì che i gerani crescano con steli allungati e mostrino molti meno fiori.

Il sole mattutino seguito dall’ombra pomeridiana è l’ideale per la maggior parte dei climi e la maggior parte delle specie di geranio.

Nei climi più freddi i gerani fioriscono meglio in pieno sole, mentre nei climi più caldi può apprezzare una certa protezione dal sole cocente di mezzogiorno, da qui la preferenza per il sole mattutino seguito dall’ombra.

Se i tuoi gerani non stanno fiorendo, spostali in pieno sole se all’aperto e in una finestra soleggiata all’interno in modo che i gerani abbiano l’energia necessaria per la fioritura.

Troppo concime impedisce ai gerani di fiorire

I gerani non hanno bisogno di molto concime extra, quindi concimare troppo frequentemente o con una concentrazione troppo elevata può favorire la crescita del fogliame a scapito dei fiori.

Questo si verifica particolarmente con i fertilizzanti ad alto contenuto di azoto.

Riduci l’uso di fertilizzanti a massimo una volta ogni 2 settimane usando un fertilizzante liquido solubile bilanciato (ovvero il rapporto tra Azoto, Fosforo e Potassio è uniforme 10:10:10 NPK).

Temperature troppo basse

I gerani possono fiorire tutto l’anno in condizioni ottimali come quelle nel loro habitat nativo del Sud Africa e fiorire nei climi più freschi solo quando la temperatura notturna rimane al di sopra i 12°C.

Pertanto, il motivo per cui i tuoi gerani non stanno fiorendo potrebbe essere semplicemente perché stanno aspettando un clima più caldo.

Una volta che il clima rimane costantemente caldo, i gerani possono fiorire per tutta l’estate fino a quando le temperature non diminuiscono in autunno.

Vale la pena notare che anche un brusco calo della temperatura può causare stress ai gerani, quindi spostare un geranio in vaso da una casa calda a un giardino più fresco può causare shock che può impedire la fioritura.

Tieni presente che i gerani generalmente non tollerano il gelo e dovrebbero essere portati in casa se in vaso o trattati come una pianta annuale da fiore in giardino con climi più freschi.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.