Roselline: come coltivare le rose in miniatura

Le rose in miniatura o roselline sono vere rose che sono state allevate selettivamente per rimanere di piccole dimensioni.

La maggior parte delle rose in miniatura ha fiori più piccoli rispetto ai cespugli di rose standard, ma hanno la stessa varietà di tipi e colori delle loro controparti più grandi.

Nonostante le loro piccole dimensioni, le rose in miniatura sono estremamente resistenti.

La maggior parte di queste ha avuto origine da mutazioni genetiche di vecchie rose da giardino o rose cinesi. Le rose in miniatura crescono anche rapidamente e sono particolarmente belle come piante in vaso.

Scopriamo insieme come coltivare le roselline o rose in miniatura!

Caratteristiche

Troverai qui elencate le caratteristiche delle roselline, a partire dalle varietà più comuni e più conosciute, fino alle informazioni sulla fioritura.

Varietà

Come le rose a grandezza naturale, le rose in miniatura sono disponibili in centinaia di varietà. In primo luogo, rientrano nelle seguenti categorie:

  • Rampicanti: sono roselline che crescono in modo irregolare verticale, possono essere fatte crescere su supporti. L’unica cosa “in miniatura” di queste rose è la dimensione dei loro fiori. Se coltivato correttamente, può raggiungere altezze di oltre 2 metri.
  • Ricadenti: le rose in miniatura con un’abitudine di crescita a cascata sono conosciute come rose ricadenti.
  • Micro-mini: questa varietà è la più piccola delle rose in miniatura, con piccoli fiori di dimensioni da 1 a 2 centimetri.

Esposizione

Come tutte le rose, le varietà in miniatura crescono in pieno sole.

Sebbene possano tollerare un po’ di ombra, spesso le loro foglie e fiori diventeranno radi in condizioni di ombra troppo persistente.

Almeno 6-7 ore al giorno di luce solare dovrebbero portare ad una migliore resistenza alle malattie e ad un cespuglio più pieno e fiorito possibile.

Fioritura

La maggior parte delle mini rose fiorisce continuamente per due o tre settimane nelle giuste condizioni.

Sono disponibili anche alcune varietà sempre in fiore che fioriscono per tutta la stagione.

I fiori hanno l’aspetto delle popolari e comunissime rose ma in versione mini fino ad una grandezza di un solo centimetro nelle specie più piccole.

Coltivazione e cura

Vediamo insieme di quali cure hanno bisogno le roselline per crescere sane e forti, a partire dal terreno di cui hanno bisogno fino alle informazioni sulla potatura.

Terreno

Le roselline amano un terreno ricco, drenante e argilloso.

Le rose in miniatura sono anche una pianta perfetta da coltivare in vaso: se scegli di seguire questa strada, non usare il terreno del giardino per usarlo nei tuoi vasi.

Il terreno del giardino è troppo pesante e può compattarsi con le frequenti annaffiature necessarie per le piante in vaso, potenzialmente soffocando le radici.

Invece, acquista un terriccio di qualità per le tue roselline in vaso.

Quando innaffiare

Di quanta acqua avrà bisogno il tuo cespuglio di roselline dipende dal tuo terreno e dalle temperature della tua zona.

Una regola generale è fornire alle roselline almeno due dita d’acqua ogni volta che innaffi: questo potrebbe significare annaffiature giornaliere, a giorni alterni o anche solo due volte a settimana.

Assicurati di annaffiare profondamente per promuovere un buon sviluppo delle radici: punta il tubo alla base della pianta ed evita di spruzzare direttamente i fiori delicati.

A causa delle loro radici più piccole, le rose in miniatura possono richiedere annaffiature più frequenti durante il caldo estremo, rispetto alle loro cugine a grandezza naturale.

Concime

Le rose possono aver bisogno di molto fertilizzante e poiché le rose in miniatura continuano a fiorire per tutta la stagione, la concimazione regolare è essenziale.

Utilizzare qualsiasi concime per rose commerciale o fertilizzante per piante fiorite, secondo le istruzioni sull’etichetta.

Per mantenere la tua pianta sana, assicurati di nutrirla dopo ogni fioritura.

Smetti di concimare le tue rose da sei a otto settimane prima del primo gelo previsto per scoraggiare una nuova crescita che potrebbe essere uccisa durante l’inverno.

Potatura

Come con altre rose, ti consiglio di potare le rose in miniatura appena prima che la loro nuova crescita spunti a fine inverno o all’inizio della primavera.

La potatura troppo drastica non è necessaria.

Semplicemente pota prima gli steli legnosi morti o danneggiati, quindi pota circa un terzo della pianta per mantenere la sua forma e incoraggiare una nuova crescita.

Moltiplicazione

Non tutte le varietà di rose in miniatura possono essere moltiplicate ma puoi provarci.

La moltiplicazione avviene per talea, usando un rametto da un cespuglio di rose con un fiore che sta appassendo.

Taglia la rosellina in cima e taglia uno stelo di almeno 10-15 centimetri.

Metti il taglio in terreno e spera che le radici inizino a formarsi dopo 2-3 settimane.

Malattie e parassiti

Sfortunatamente, le rose in miniatura sono soggette agli stessi problemi delle rose più grandi, inclusa la macchia nera, una malattia fungina.

Anche l’oidio può essere un problema.

Per evitare entrambe queste malattie, migliora la circolazione dell’aria intorno alle tue rose piantando ogni cespuglio a pochi metri di distanza e innaffiando la pianta dalla base delle radici invece che dall’alto.

Come con altre rose, anche i prodotti che proteggono la pianta aiutano a prevenire malattie e scoraggiare i parassiti.

Rimuovi sempre i detriti malati e smaltiscili per prevenire la reinfezione e tieni sempre d’occhio i primi segni di danni da insetti.

Tratta subito qualsiasi segno di infezione con un insetticida.

Significato

Le rose in miniatura sono famose per le loro piccole fioriture, ma le loro dimensioni non diminuiscono il loro significato o il loro impatto come regalo in bouquet.

Le rose in miniatura hanno lo stesso significato delle loro cugine più grandi e queste rose sono un simbolo di affetto e d’amore perfetto per la dolce metà.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.