10 Trucchi dei vivaisti per far crescere tanti Limoni sulla tua pianta

Anche se una pianta di limone può essere coltivata anche a scopo ornamentale, il motivo principale per cui la coltiviamo è certamente la comparsa di frutti.

Proprio per questo è sempre utile coltivare la pianta avendo delle accortezze per la fruttificazione.

Basteranno poche semplici regole e il tuo albero di limone sarà sempre sano e pieno di fiori e dunque frutti.

Scopriamo allora insieme i consigli dei vivaisti per avere tanti frutti di limone!

Scegli la varietà

La prima cosa da fare nella coltivazione della pianta di limone è scegliere la pianta giusta.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Quando acquisti una piccola pianta di limone in vivaio inizia a fruttificare e fiorire lo stesso anno e spesso viene venduta già con alcuni frutti maturi.

Tuttavia già da questa fase potrai garantire il successo futuro della pianta scegliendo l’albero che ha il cespuglio più rigoglioso e in cui sono presenti più gemme.

Non farti ingannare dalla numero dei limoni maturi presenti sulla pianta in quanto dovrai assicurarti semplicemente una ricca fioritura e dunque devi far caso solo alla presenza di gemme.

Scegli il vaso giusto

Anche se spesso, quando si acquista una pianta di limoni dal vivaio, si fa con l’intenzione di piantarla direttamente in giardino, ci sono alcune persone che continuano a coltivare la pianta in vaso.

Se questo il tuo caso devi considerare come dimensioni minime del vaso 35 cm di diametro e di altezza.

Usa un vaso di buona qualità che sia di plastica o, meglio ancora, di terracotta e assicura la presenza di fori di drenaggio alla base per evitare marciume.

Miscela di terreno per il limone

Una miscela di terreno drenante è utile per crescita radici radici forti che, a loro volta, producono rami sani e forti.

Una miscela ideale e semplice è composta da 2 parti di terreno da giardino o terriccio universale, 2 parti di fibra di cocco e 1 parte di compost.

Puoi aggiungere per il drenaggio anche della perlite o altri inerti. Per ottenere molti fiori puoi aggiungere alla miscela della farina di ossa che ha una funzione nutritiva oltre ad essere economica.

Considera anche che la miscela di terreno per la pianta di limone deve avere un pH del suolo che va da 6 a 6.5, dunque una miscela leggermente acida.

Requisiti di luce

Sia che coltivi il limone in balcone o in giardino è importante che riceva almeno 6 ore di sole per risultati migliori.

Quando porti la pianta dal vivaio a casa, non piantarla subito, mettila per qualche giorno alla luce indiretta e fai in modo che si adatti al clima del tuo giardino o balcone.

Anche dopo il rinvaso tieni la pianta ancora per qualche giorno alla luce indiretta per evitare uno shock da rinvaso e innaffia dopo aver rinvasato con acqua a cui puoi aggiungere sale di epsom, 1 cucchiaio per litro.

Aiuterà a combattere lo shock da trapianto dell’albero.

Innaffiatura perfetta

La frequenza di innaffiatura dipende dalla zona in cui vivi e dalla stagione in cui ti trovi.

Ovviamente in estate il terreno si secca più velocemente e bisogna innaffiare più spesso ma usa sempre il metodo del dito indice per capire l’umidità del terreno.

Innaffiare troppo frequentemente fa in modo che le radici marciscano, dunque innaffia a fondo ma aspetta che il terreno si asciughi leggermente tra un’annaffiatura e l’altra.

Fertilizza la tua pianta

Per avere tanti fiori e dunque tanti frutti sulla tua pianta di Limone, lo step più importante è fertilizzare.

La pianta di limone consuma molte energie soprattutto in fare di fioritura e dunque è utile integrarle con il concime.

Durante la formazione di frutti, se non hai concimato la pianta con ferro, manganese, magnesio o altri nutrienti, potrebbero mostrare segni di carenza nutritiva come foglie arricciate o ingiallite.

Aggiungi del compost o del vermicompost 1 volta al mese ma puoi concimare 2 volte al mese quando è in fase di fruttificazione.

Vaporizza sulle foglie sale di epsom e acqua e come concime naturale puoi aggiungere fertilizzante dalle bucce di banana 1 volta ogni 15 giorni per apportare la giusta dose di potassio.

Controllo dei parassiti

Le piante di limone sono spesso bersaglio di parassiti come cocciniglie, afidi o acari.

La miglior forma di prevenzione è vaporizzare regolarmente le foglie 1 volta ogni 15 giorni con dell’olio di neem sciolto in acqua.

Aggiungi 5-10 ml di olio di neem per ogni litro d’acqua. Se la pianta è già infestata puoi aumentare la frequenza di vaporizzazione a 1 volta a settimana o addirittura 2 volte a settimana.

Promuovi gli insetti impollinatori

Questo è un passaggio un po’ più complicato ma è un altro step importante per promuovere la formazione di frutti dopo la fioritura e prevenire la caduta prematura di fiori.

Incoraggia la presenza di insetti benefici come farfalle e api nel tuo giardino i quali impollinano i fiori e incoraggiano la formazione di frutti.

Non spruzzare pesticidi troppo aggressivi che possono uccidere o allontanare anche gli insetti impollinatori.

Potatura della pianta di limone

Anche la potatura è importante per una pianta ricca di frutti.

Puoi regolarmente potare i rami malaticci o che rendono il cespuglio irregolare.

La potatura più drastica sarà però fatta solo all’inizio della primavera quando la pianta sarà pronta per crescere attivamente.

Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.