Cosa fare se le Foglie della Stella di Natale subito cadono quando la porti a casa?

In questo specifico periodo dell’anno non solo vivai, ma anche grandi supermercati o piccoli negozi mettono in mostra le bellissime stelle di Natale.

È difficile resistere evitando di acquistarne almeno una per la nostra casa, a volte anche più di una.

Ma appena acquistata, subito dopo averla portata a casa, ha già iniziato a perdere le sue foglie. Non solo quelle più basse ma anche le brattee rosse. Ho acquistato una pianta già danneggiata? Ho fatto qualcosa che non dovevo?

Vediamo subito quali possono essere le cause e come rimediare alla caduta immediata di foglie della tua stella di Natale.

Shock ambientale

Per ogni pianta, in particolar modo per la stella di Natale, il cambio improvviso di ambiente può comportare quello che comunemente è noto come shock da ambiente.

Solitamente le stelle di Natale che compriamo in questo periodo vengono da vivai o anche da un grande supermercato.

L’ho acquistata in un vivaio

Nel primo caso la stella di Natale, una volta che la portiamo a casa, passa da un ambiente ottimale, il vivaio, in cui sono particolarmente attenti alle sue esigenze specifiche, in un ambiente interno, con una temperatura decisamente diversa.

Sicuramente le nostre case sono più calde, vista la stagione invernale; oltre alla temperatura, la quantità di luce è drasticamente cambiata.

L’ho trovata al supermercato

Nel caso di stelle di Natale acquistate in un supermercato, bisogna sicuramente tener presente che questo genere di ambiente è, di sicuro, più fresco delle nostre case.

Sono inoltre caratterizzati dalla costante presenza di luci artificiali per la maggior parte del giorno. Dunque, la nostra casa offre condizioni decisamente diverse.

Una volta a casa

Una volta a casa, la pianta avrà bisogno, dunque, di un periodo di adattamento, per questo non sorprende se perde qualche foglia, dopo solo qualche giorno.

È fondamentale, oltre l’adattamento, garantirle un ambiente con la giusta temperatura, che si aggiri intorno ai 16 o 20 gradi.

Vicinanza a fonti di calore

Una volta casa, la stella di Natale si ritrova in un ambiente sicuramente più caldo, tipico delle nostre abitazioni nei mesi invernali in cui sono accesi climatizzatori, stufe o termosifoni.

Potrebbero essere proprio le fonti di calore a danneggiare la tua stella di Natale, che seppur originaria del Messico, non tollera un calore forte e aria secca, tipica degli ambienti in cui sono presenti questi dispositivi.

Assicurati di posizionare la tua stella di Natale nelle stanze più fresche o quantomeno lontano da fonti di calore, quindi distanti dal getto di un condizionatore acceso o dalla zona circostante una stufa o un termosifone.

L’ho lasciata con il cellophane intorno

Solitamente le stelle di Natale, soprattutto quelle acquistate nel supermercato o quelle prese dal fioraio, vengono avvolte da cellophane, decorati con motivi natalizi.

Una volta a casa, ammaliati dalle splendide decorazioni natalizie che questi teli in plastica possono avere, posizioniamo la pianta nel punto scelto senza togliere la carta che li avvolge.

Certo, queste confezioni sono aperte sulla sommità, dunque non impediscono alla pianta di respirare, ma spesso avvolgono la maggior parte della pianta.

In questo modo impediscono alle parti più basse della pianta di respirare e le foglie ne soffrono.

Assicurati di scartare la tua pianta e se proprio ci tieni ad avvolgerle con qualcosa di decorativo, utilizza della rete decorativa, tipica delle decorazioni dei fiorai: questo genere di rete è bucata e permette alla pianta di respirare.

Ho portato a casa una pianta già danneggiata

Poiché il periodo natalizio è quello più prospero per la vendita delle stelle di Natale, i vivai tendono ad eccedere con le cure per averle sempre belle e fiorite.

Marciume

Per eccesso di zelo, la pianta potrebbe essere stata innaffiata troppo dal venditore, allo scopo di averla sempre prospera e fiorita.

Non avendo rispettato un giusto programma di irrigazione o innaffiato la pianta al bisogno, potrebbero arrivare nelle nostre case già con terricci zuppi o poco drenati, o con acqua nei vasi puramente decorativi, senza fori di scolo.

All’acquisto controlla il terriccio e assicurati che non sia troppo umido. All’occorrenza scegli anche una pianta che non sia completamente fiorita, poiché in questo modo ti assicuri di godere della fioritura, non ancora avvenuta.

Parassiti

Potresti aver portato a casa una pianta che ha già dei parassiti, magari presi da qualche altra pianta nel vivaio o nei carichi dozzinali del supermercato.

Prima di portarla a casa controlla le foglie, soprattutto sul lato inferiore. La stella di Natale potrebbe essere piena di cocciniglia, ma non solo quella solita, la cocciniglia cotonosa riconoscibile dalle sue tracce bianche.

Presta attenzione a macchie nere o puntini scuri, poiché la stella di Natale è un facile bersaglio della cocciniglia a scudetto.

Nel caso avessi portato a casa una stella infetta, separala immediatamente dalle altre piante e intervieni con rimedi fai da te, se l’infestazione non è grave, oppure rimedi chimici specifici, più aggressivi.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.