Se la tua Zamioculcas ha Steli sbiaditi e Foglie secche ecco quale potrebbe essere la causa

La lucentezza e il colore delle foglie della Zamioculcas Zamiifolia sono le caratteristiche più apprezzate agli occhi di chi sceglie di adornare la propria casa con questa splendida pianta.

Anche se la sua resistenza è a dir poco proverbiale, esistono delle condizioni che non tollera affatto a tal punto da mostrarne tutti i segni sui suoi lunghi steli e sul suo splendido fogliame.

È il caso di steli dal colore chiarissimo e foglie secche e accartocciate su tutta la lunghezza degli steli, senz’altro manifestazioni di sofferenza da parte della pianta.

Cosa potrebbe essere a danneggiare la zamioculcas in questo modo? Vediamo insieme quali possono essere le cause per questo genere di problematica.

La luce è praticamente assente

Anche se la zamioculcas è una pianta che tollera, forse meglio di ogni altra, la carenza di luce, la colorazione sbiadita dei suoi steli e delle sue foglie, che si presentano di un verde molto chiaro, è il segno che la pianta riceve davvero una quantità di luce insufficiente.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Questo vuol dire che la luce è davvero poca. Forse la tieni in un ambiente senza finestra? L’hai scelta per adornare una zona di passaggio come un corridoio tra stanze oppure si trova in un piano della tua casa interrato?

Probabilmente ha resistito fino a questo momento, mostrando il colore pallido ma steli ancora sani, e solo le foglie secche e cadenti ma è il momento di concederle qualche ora di luce se vuoi vederla in condizioni migliori.

Le bastano davvero poche ore di luce indiretta per riprendere vigore e riprodurre le sue splendide foglie nuovamente.

Marciume radicale

Uno dei problemi più comuni relativi alla zamioculcas è proprio quello che riguarda un apparato radicale marcio.

Non tollera affatto il terriccio zuppo, o eventuali ristagni. Prospera infatti in terricci ben drenati, areati, con irrigazioni poco frequenti, soprattutto se si trova in luoghi poco illuminati o umidi.

In questo caso devi intervenire immediatamente rinvasando la zamioculcas. Estrai la pianta dal vaso e, con l’utilizzo di cesoie ben disinfettate, pota le radici marce: le riconoscerai poiché hanno un aspetto annerito e maleodorante. Tratta le radici con un fungicida, per precauzione.

Prepara una miscela di terriccio ben drenata composta da grandi quantità di perlite e argilla espansa sul fondo del vaso, che deve essere dotato di molti fori di drenaggio.

Prima del rinvaso lascia asciugare per un giorno le radici e poi puoi interarle. Lascia passare prima qualche giorno e poi provvedi ad innaffiare.

La ripresa di una zamia affetta da marciume non è immediata: passeranno diverse settimane prima che possa produrre nuovi germogli.

Carenza di nutrienti

Una colorazione chiara degli steli e del fogliame denota una carenza di nutrienti. Proprio perché la pianta è notoriamente resistente, spesso ce ne dimentichiamo a tal punto da renderla sofferente.

In primavera, e nel periodo estivo, dunque nella sua stagione prediletta per la crescita, provvedi a concimarla con del fertilizzante liquido fai da te come quello ricavato da bucce di banana, ricco di potassio.

Puoi utilizzare anche un fertilizzante da banco generico, purché conferisca al terriccio i nutrienti basilari.

Concimarla almeno una volta al mese nei mesi caldi di sicuro le farà bene e la renderà florida anche in condizioni molto avverse.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.