Come curare l’Aglaonema Zircone Rosso la varietà dalle foglie pastello

L’aglaonema red zirkon è senz’altro una delle varietà più belle della famiglia dell’aglaonema per la splendida colorazione che assumono le sue foglie.

Il suo nome botanico è Aglaonema Commutatum Red Zirkon e possiamo dire che è una pianta che brilla di luce propria visti i suoi colori pastello.

Ti basterà darle pochissime attenzioni e la vedrai prosperare e produrre nuove splendide foglie colorate.

Una varietà così rara, originaria dell’Indonesia e della nuova Guinea, non può fare altro che dare un tocco di classe alla tua casa.

Vediamo insieme in che modo curare una pianta tanto bella: ti accorgerai che basterà davvero poco.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Caratteristiche

Con la sua colorazione rosa pastello maculato che corre verso i bordi delle foglie di un verde ricco e brillante, l’aglaonema red zirkon è probabilmente la varietà tra le più belle che vi sono in circolazione.

Esposizione

Ha bisogno di una posizione luminosa ma mai esposta alla luce diretta del sole. Una luce brillante ma indiretta le permette di esprimere tutta la bellezza dei suoi colori.

È proprio grazie alla luce brillante, infatti, che questa varietà di aglaonema dà il meglio di sé regalando colorazioni sgargianti.

Senza una buona esposizione i suoi colori tenderebbero ad essere sbiaditi e le sue screziature verdi a diminuire.

Prospera particolarmente in un ambiente con una temperatura che si aggira intorno ai 20-25 gradi.

Ama inoltre l’umidità elevata, quindi scegli i luoghi più umidi della casa e tienila lontano da fonti di calore come termosifoni o aria condizionata calda che seccano l’aria.

Tienila lontana da correnti d’aria: se la posizioni su un davanzale, assicurati di non aprire spesso la finestra proprio quando la tieni lì vicino.

Fioritura

I fiori di un aglaonema non destano molto interesse a causa della bellezza delle foglie che mettono in secondo piano i fiori.

Si tratta di fiori a spadice, molto simili a quelli che possiamo ritrovare sullo spatifillo.

Il periodo di fioritura è quello primaverile e richiede condizioni ideali affinché si possa verificare.

Coltivazione e cura

La varietà zircone rosso ha una crescita piuttosto lenta. Tuttavia, proprio come tutta la sua specie non ha particolari pretese. Per questo motivo possiamo godere della bellezza delle sue foglie senza darle particolari cure.

Terreno

Lo zircone rosso si adatta bene a qualsiasi tipo di terriccio; l’importante è che sia ben drenato.

La sua richiesta di umidità fa in modo di preferire un terriccio umido e questo significa che le occorre un terriccio che non presenti mai ristagni.

Basta aggiungere una buona manciata di sabbia e soprattutto perlite al comune terriccio universale, materiali grossolani che fanno in modo che l’umidità costante non lasci il terriccio sempre zuppo.

Quando innaffiare

Questa varietà di aglaonema rispetta quelle che sono le prerogative di tutta la sua famiglia, e quindi anche la richiesta di un terriccio umido.

Innaffia almeno una volta a settimana, soprattutto in estate.

Se non vuoi rischiare di esagerare puoi innaffiare la pianta al bisogno testando l’umidità del terriccio con le dita e innaffiarla solo se il terriccio è secco.

Concime

La red zirkon è una varietà che ama molto un terriccio ben nutrito e leggermente acido.

Puoi concimare in primavera con del fertilizzante granulare a lenta cessione o con una serie di fertilizzanti liquidi fai da te come quello ottenuto con fondi di caffè, ricco di azoto.

Potatura

Se ti dicessi di potare questa pianta dalle foglie splendide sarebbe quasi un delitto.

Infatti, non è prevista potatura ma devi sono mantenere pulita la chioma da foglie secche.

Moltiplicazione

Puoi, con una pianta adulta, provare a moltiplicare la red zirkon per divisione. Partendo dall’apparato radicale dividi ciascun cespo e rinvasali separatamente.

Puoi anche propagarla tramite talea, nei mesi più caldi, ricavando dalla pianta madre una talea di almeno 10 cm e rinvasandola in un terriccio composto principalmente da torba, sabbia e perlite.

Parassiti e malattie

La varietà red zirkon, essendo una pianta che sta bene in appartamento è poco soggetta a infestazioni da parte di parassiti.

Occasionalmente può essere attaccata da parassiti comuni alle piante d’appartamento come acaricocciniglie o afidi.

Questi possono essere trattati con un insetticida o olio di neem.

La sua esigenza di umidità potrebbe farti commettere qualche errore nelle innaffiature. Potresti causare, mantenendo il terriccio troppo umido e zuppo, del marciume radicale se il terriccio non è ben drenato, o infezioni fungine.

Dove devo mettere l’aglaonema red zirkon?

Ha bisogno di una posizione luminosa ma mai esposta alla luce diretta del sole. Una luce brillante ma indiretta le permette di esprimere tutta la bellezza dei suoi colori.

Quando devo innaffiare l’aglaonema red zirkon?

Questa varietà di aglaonema rispetta quelle che sono le prerogative di tutta la sua famiglia, e quindi anche la richiesta di un terriccio umido.
Innaffia almeno una volta a settimana, soprattutto in estate.

L’aglaonema red zirkon produce dei fiori?

Si tratta di fiori a spadice, molto simili a quelli che possiamo ritrovare sullo spatifillo.
Il periodo di fioritura è quello primaverile e richiede condizioni ideali affinché si possa verificare.

L’aglaonema red zirkon ha bisogno di fertilizzante?

Puoi concimare in primavera con del fertilizzante granulare a lenta cessione o con una serie di fertilizzanti liquidi fai da te come quello ottenuto con fondi di caffè, ricco di azoto.

Come moltiplicare l’aglaonema red zirkon?

Puoi, con una pianta adulta, provare a moltiplicare la red zirkon per divisione. Partendo dall’apparato radicale dividi ciascun cespo e rinvasali separatamente.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.