Come coltivare la begonia sempreflorens in casa

La begonia è un genere di piante molto grande che comprende più di 2.000 specie diverse, originarie dei climi tropicali e subtropicali di tutto il mondo.

Il gruppo delle begonie di cui parliamo in questo articolo è classificato come Begonia x semperflorens e si tratta di una pianta perenne.

Queste piante hanno una forma cespugliosa con steli carnosi, foglie cerose verde scuro o bronzo e grappoli di fiori che sbocciano per tutta l’estate e in autunno.

Scopriamo insieme come coltivare la begonia sempreflorens in casa!

Attenzione: la begonia è tossica per gli animali domestici se ingerita.

Quando piantare la begonia

La begonia sempreflorens è una delle piante da aiuola più popolari. Queste piante robuste vengono piantate ogni primavera per creare bellissime aiuole di fiori.

Le ragioni di questo uso intenso sono ovvie: sono piante robuste e sempre in fiore che danno tanto colore con fiori singoli o doppi.

Le begonie di cera vengono piantate in primavera da piante in vaso che sono cresciute in serra.

Possono anche essere piantate dai semi, anche se inizialmente le piante crescono molto lentamente e possono essere necessari diversi mesi per crescere come piante da fiore.

Per questo motivo, i semi vengono solitamente avviati al chiuso circa 12 settimane prima dell’ultima gelata prevista.

Mentre la maggior parte delle persone pensa a queste piante esclusivamente come piante da esterno, in realtà, le begonie sempreflorens sono anche bellissime piante da interno, dove diventano vere piante perenni.

Di quanta luce ha bisogno?

Essendo originaria delle regioni tropicali, la begonia sempreflorens è adatta a condizioni di crescita calde e umide.

Cresceranno meglio se darai loro umidità costante e reagiscono male alla siccità o al freddo.

In giardino, le begonie sempreflorens preferiscono il sole filtrato e luminoso, ma possono crescere bene in pieno sole.

Le varietà con le foglie color bronzo tollerano un po’ meglio il sole diretto rispetto alle varietà a foglia verde.

Se le coltivi in ​​casa come piante in vaso, dai alle begonie quanta più luce possibile. Le finestre rivolte a est, ovest o sud sono le migliori, poiché offrono luce sufficiente.

Quando innaffiare

Se piantate in giardino, le begonie di cera richiedono un minimo di 2 centimetri d’acqua a settimana.

Se metti uno strato di pacciame questo aiuterà a trattenere l’umidità del terreno tra un’annaffiatura e l’altra.

Le piante in vaso da interno, invece, devono essere annaffiate solo quando il terreno si asciuga. Innaffia bene la begonia e lascia scorrere via l’acqua di troppo dal vaso.

Le piante mature richiedono meno acqua e può passare molto tempo tra un’annaffiatura e l’altra.

Non lasciare la pianta ristagnare nell’acqua, questo incoraggia il marciume delle radici.

Terreno e concime

In giardino, le begonie sempreflorens non sono particolarmente esigenti per il terreno, a condizione che sia drenante, ovvero che faccia scorrere via facilmente l’acqua in eccesso.

Come piante da interno in vaso, le begonie sempreflorens preferiscono un terreno arioso, leggero e drenante: un terriccio comune per tutti gli usi va più che bene.

Le piante coltivate in giardino dovrebbero essere concimate mensilmente con un fertilizzante liquido bilanciato.

Per le piante d’appartamento in vaso, nutrile con concime liquido utilizzato una volta a settimana.

Moltiplicazione

Queste piante di begonia, come molte altre begonie, si moltiplicano facilmente dalle talee.

Prendi delle talee senza fiori ma che abbia almeno due nodi e inseriscile nella miscela di terriccio umido.

Metti la talea in un punto caldo e con un po’ d’ombra fino a quando non appare una nuova crescita. Il periodo migliore per tagliare le talee è in primavera.

Parassiti e malattie comuni

Le begonie sempreflorens, se piantate in giardino o come piante da appartamento in vaso, possono essere sensibili all’oidio, alla botrite e al marciume in condizioni di umidità e se c’è poca circolazione dell’aria.

I parassiti più comuni comprendono cocciniglie e tripidi, che possono essere trattati con sapone insetticida.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.