Se hai trovato un buco sulla foglia rossa della Stella di Natale ecco cosa succede

La Stella di Natale la fa da padrona tra le nostre luminose decorazioni natalizie.

Le sue foglie rosse, o anche di altri colori, sono spettacolari e ci capita spesso di osservarle incantati. Ma proprio mentre la guardo ecco che mi accorgo che da un giorno all’altro ha le brattee bucate ricoperte da ragnatele o parti grigiastre.

Ma che succede alla mia bellissima Stella di Natale? Ho sbagliato qualcosa o è colpa di un parassita?

Vediamo insieme quali possono essere le cause di brattee bucate con parti grigiastre.

Si tratta di un parassita

La prima cosa da fare è dare subito un’occhiata a tutte le parti della pianta. Osserva le foglie sul lato superiore e quello inferiore e pure gli steli. Ci sono alcuni parassiti che si nascondono sotto la foglia.

Sono sempre felice di aiutarti ad avere finalmente il "Pollice Verde". Se vuoi ricevere i miei consigli di giardinaggio direttamente sul tuo WhatsApp puoi aggiungermi e fare questa procedura. Oppure puoi entrare nel nostro Gruppo Facebook dove puoi spiegarmi il TUO dubbio su fiori e piante... e non dimenticare di mettere una foto della tua pianta così capisco subito il problema! Ti Aspetto!

Nel caso ne trovassi qualcuno, isola immediatamente la tua pianta. Allontanala da altre piante in casa, o potresti infettare anche tutte le altre.

Cocciniglia bruna

Si tratta di un tipo di cocciniglia che potrai riconoscere ripercorrendo le venature delle foglie, sul lato inferiore. Nel caso in cui dovessi notare dei puntini neri in rilievo che si staccano facilmente con le unghie, allora si tratta di cocciniglia bruna, detta anche a scudetto.

Si nutre della linfa vitale proprio attaccandosi alle venature delle foglie, provocando l’essiccazione di una parte della foglia, che poi si sbriciola, lasciando dei grossi buchi.

Spesso la trovi soprattutto sulle foglie più giovani e predilige gli ambienti caldi e secchi, proprio il tipo di ambiente in cui si trovano le nostre Stelle di Natale in questo periodo, nelle nostre case.

Dopo aver isolato la pianta, devi intervenire alla rimozione manuale di tutti i parassiti, ripulendo per bene le foglie e anche le insenature tra foglia e gambo con un panno con dell’alcol. A seguito della pulizia, nebulizza un prodotto oleoso come olio di lino o olio di Neem per soffocare eventuali parassiti rimasti.

Le foglie eccessivamente danneggiate vanno rimosse, così come gli steli nel caso.

Ragno rosso

Il ragnetto rosso è difficile da individuare poiché molto piccolo. Altra faccenda invece è individuare il suo operato sulle foglie.

Lascia segni bianchi o macchie secche sulle foglie che tendono col tempo a sbriciolarsi. Spesso queste parti bucate sono affiancate da ragnatele facilmente visibili.

In questo caso è possibile intervenire innanzitutto lavando con un getto forte ogni parte della tua Stella di Natale. Di seguito puoi utilizzare un sapone insetticida realizzato appositamente, oppure il classico olio di Neem che è un valido alleato in queste circostanze.

Nel caso in cui l’infestazione dovesse essere davvero seria per la tua pianta utilizza dei rimedi chimici specifici, ricordando di esercitare cautela affinché il rimedio non sia peggio della malattia in questo caso.

Si tratta di un fungo

È possibile che la tua Stella di Natale abbia contratto un fungo, che non riguarda soltanto il terriccio o le radici, che solitamente sono la parte più umida e quindi più soggetta a infestazioni fungine, ma anche tutte le altre parti della Stella di Natale.

Alcuni funghi delle piante rilasciano strati polverosi o parti grigiastre, come l’oidio o la botrite, e col tempo portano alla morte di parte della foglia con parti che seccano e cadono, nei casi più gravi dell’intera foglia o dell’intero stelo con foglie annesse.

Le infezioni fungine sono quasi sempre una conseguenza di un’eccessiva irrigazione, dunque un terriccio costantemente troppo bagnato con marciume radicale in atto.

In questa circostanza va controllato l’apparato radicale, vanno tagliate con cesoie ben disinfettate le radici marce e infette, che sono facili da individuare poiché avranno parti marroni e maleodoranti o ricoperte da uno strato grigiastro.

Il rinvaso con terriccio pulito è essenziale, ma non prima di aver utilizzato un prodotto specifico per questo tipo di infestazione che possa disinfettare per bene e le radici.

Cospargi con prodotti fungicidi tutto il fogliame come decotti a base di aglio, o fungicidi chimici specifici se l’infestazione è particolarmente aggressiva.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.