5 Motivi per cui la tua Felce sta morendo

Con delicate foglie composte e lunghe fronde a forma di lancia che scendono a cascata lungo i lati del vaso, la Felce è una pianta perfetta per dare un tocco tropicale alla casa.

Sebbene non sia difficile da curare, ha bisogno delle giuste condizioni per prosperare, altrimenti farà i capricci.

La causa più comune della sofferenza di una felce di Boston è l’eccesso di acqua. Ciò si traduce in marciume radicale, che ucciderà rapidamente la tua pianta.

Bassa umidità, siccità, parassiti o illuminazione errata sono ulteriori fattori che possono portare ad un declino o alla morte della tua pianta nel tempo.

Scopriamo insieme 5 motivi per cui la tua felce sta morendo!

Troppa acqua

Sebbene le felci di Boston siano piuttosto resistenti, non è insolito che appassiscano, perdano il loro fogliame o diventino marroni.

Se pensi che la tua felce di Boston stia soffrendo, niente panico. Nella maggior parte dei casi, è possibile far rivivere questa pianta con un po’ di cura e controllo dei danni.

L’eccesso di acqua è la causa più comune della morte di una felce di Boston.

Tutti i tipi di felci amano un terreno ben idratato, tuttavia, a loro piace un equilibrio per cui il terreno rimane umido ma non diventa mai fradicio.

Una felce di Boston troppo bagnata mostrerà il suo dispiacere attraverso foglie ingiallite e appassite.

Il terreno impregnato d’acqua fa sì che la pianta sviluppi marciumi radicali o altre malattie. Una volta che si instaura il marciume radicale, può essere difficile salvare la pianta, quindi la prevenzione è l’obiettivo del gioco.

I segni di eccessive annaffiature sono:

  • La tua felce di Boston sta appassendo, nonostante il terreno sia bagnato.
  • Le fronde stanno diventando gialle, in particolare le fronde inferiori per prime.
  • Le punte delle fronde stanno diventando marroni, nonostante l’abbondanza di acqua e umidità.
  • Ci vuole molto tempo prima che il terreno si asciughi dopo l’annaffiatura.
  • Potresti sentire un odore sgradevole dal terreno. Questo è spesso un indicatore del marciume radicale.

Se pensi che la tua pianta sia stata innaffiata troppo, dovresti seguire alcuni consigli per rimediare alla tua pianta morente.

Osserva le radici: le radici marce saranno nere/marroni, fragili, molli e probabilmente avranno un odore sgradevole.

Dovresti sfoltire tutte le radici colpite con cesoie da potatura disinfettate.
Sciacqua delicatamente le radici sane per rimuovere il più possibile il vecchio terreno.

Il vecchio terreno conterrà ancora gli agenti patogeni che hanno causato il marciume radicale, quindi è meglio piantare in terreno fresco.

Scegli un nuovo vaso e assicurati che abbia molti fori di drenaggio. Rinvasa la tua felce di Boston usando una miscela drenante, idealmente con perlite aggiuntiva o sabbia grossa per migliorare il drenaggio.

Innaffia la tua felce di Boston solo quando i primi 2-3 centimetri di terreno sono asciutti, piuttosto che annaffiare secondo un programma.

Problemi di umidità

Le felci di Boston amano un ambiente con molta umidità.

Se l’aria all’interno della tua casa è troppo secca, il fogliame potrebbe arricciarsi e diventare marrone.

Inoltre, la felce non ama assolutamente stare vicino a fonti di correnti d’aria calde come termosifoni, fuochi o bocchette di riscaldamento.

Sono necessari livelli di umidità medi per mantenere la felce al meglio. Tieni presente che i livelli di umidità tendono a diminuire in inverno, poiché i sistemi di riscaldamento interni tendono a seccare l’aria.

L’elevata umidità raramente rappresenta un problema per le felci di Boston. Tuttavia, molta umidità e scarsa ventilazione possono far sì che la pianta attiri malattie.

Problemi di illuminazione

Se la tua felce perde foglie a dozzine, potrebbe essere un segnale che non sta ricevendo la luce di cui ha bisogno per produrre fronde verdi.

Questa pianta ama una luce brillante e indiretta, per questo è consigliabile posizionarla vicino ad una finestra che riceva molta luce solare indiretta.

Ricorda che, anche se è improbabile che una felce muoia se tenuta in un luogo ombreggiato, non crescerà e non fiorirà.

La scarsa illuminazione aumenta anche il rischio di eccessiva irrigazione e una pianta indebolita da una luce insufficiente può anche essere più suscettibile a parassiti e malattie.

Dall’altro lato, la felce non ama neanche essere esposta a troppo sole diretto. L’esposizione prolungata alla luce solare diretta brucerà il suo tenero fogliame e farà diventare marroni le punte delle fronde.

La felce si sta seccando

Sebbene sia un problema meno difficile da identificare e trattare, la siccità può anche causare la morte di una felce.

Le felci richiedono un terreno che non si asciughi mai completamente.

Se vengono lasciate senza acqua anche per un breve periodo di tempo, le fronde inizieranno a diventare progressivamente marroni e la tua felce di Boston inizierà a sembrare piuttosto secca.

Far seccare la felce è un errore molto semplice da commettere. Per evitare di seccare la tua pianta ci sono alcuni consigli da seguire:

  • Metti la tua pianta in un punto in cui la vedrai regolarmente, piuttosto che nascosta in un angolo. È molto più probabile che tu possa individuare i primi segni di guai.
  • Sviluppa un’abitudine regolare per controllare le tue piante d’appartamento.
  • Se sei smemorato o starai via per un po’, considera l’utilizzo di un vaso auto-irrigante o un metodo per assicurarti che la tua pianta non si secchi troppo.

Infestazione da parassiti

Proprio come la maggior parte delle piante d’appartamento, le felci sono suscettibili alle infestazioni di parassiti.

Questi parassiti possono danneggiare seriamente la pianta e possono persino provocare la morte della felce se non viene trattata.

I parassiti possono essere spesso identificati se controlli attentamente la tua pianta in modo regolare, ma alcuni, come gli acari di ragno, sono così piccoli che possono essere facilmente trascurati.

Il modo migliore per garantire che i parassiti non causino troppi problemi alla tua felce è ispezionare regolarmente la tua pianta. Controlla le foglie, assicurandoti di guardare entrambi i lati, insieme agli steli e al terreno, per eventuali prove di parassiti.

Cerca sottili ragnatele tra le fronde e, se guardi molto da vicino, dovresti essere in grado di vedere un insieme di acari.

Le cocciniglie sono un altro esempio di parassiti comuni che rappresentano una seria minaccia per la tua felce.

Questi minuscoli insetti bianchi simili al cotone sono visibili ad occhio nudo e di solito attaccano la parte inferiore delle foglie e delle radici della pianta.

Le felci di Boston sono anche comunemente afflitte da moscerini, puoi controllarli anche mettendo dei pad gialli adesivi su cui si accumuleranno.

Adriana Capasso
Adriana Capasso
Nata a Napoli e laureata in Lettere. Convinta che prendersi cura degli esseri viventi, imparando a conoscerli sia, alla fine, prendersi cura di se stessi. Parlo delle piante, ovviamente.