Se vuoi coltivare Rose Rampicanti devi conoscere ciò di cui hanno bisogno

Coltivate a scopo ornamentale, le varietà di rosa rampicante sono le predilette per tappezzare pareti di giardini o decorre pergolati su inostri terrazzi.

La maggior parte delle varietà conosciute ha origine nell’emisfero boreale, con rami particolarmente spinosi ed una consistenza semi legnosa.

Una splendida varietà di colori rapisce la nostra attenzione e la fioritura, in base alla varietà, si verifica dall’inizio della primavera fino all’estate inoltrata, regalando cascate floreali meravigliose.

Vediamo insieme di che tipo di cure hanno bisogno le varietà di rosa rampicante.

Esposizione

A seconda della varietà, la rosa rampicante predilige un’esposizione a mezz’ombra oppure in pieno sole.

Generalmente le colorazioni più candide gradiscono un’esposizione a mezz’ombra, a differenza dei colori di rosa maggiormente marcati.

Vista la sua natura rampicante, la rosa è in grado di comunicare che tipo di esposizione gradisce tramite la sua crescita e il suo protendersi verso la luce.

Nel momento in cui i rami cominciano a protendere verso zone più luminose, allora vuol dire che desidera stare in pieno sole.

Terriccio

Il drenaggio è la caratteristica fondamentale per un buon terriccio per rose rampicanti.

Affinché questo accada, è sempre bene ricorrere o realizzare una miscela che sia ricca non solo di componenti nutrienti ma anche inerti e materiali grossolani quali perlite e pomici.

È preferibile anche un terriccio leggermente acido, composto anche da torba.

Innaffiature

Le rose gradiscono un tipo di innaffiatura moderata, che possa mantenere il terriccio umido ma mai zuppo da far marcire radici o far formare muffe o infezioni fungine.

Durante i mesi caldi assicurati di innaffiare le tue rose rampicanti al mattino presto e non nelle ore più calde così da non sottoporre a forti sbalzi termici le radici.

Testa sempre l’umidità del terriccio con le dita prima di innaffiare nuovamente, così sarai sicuro che almeno i primi centimetri di terriccio sono asciutti.

Quando concimare?

Prediligi un tipo di concime granulare da spargere sul terriccio, lontano dalle radici. Essendo a lento rilascio potrà prolungare la cessione delle sostanze nutrienti per tutto il periodo di fioritura.

È proprio alla comparsa dei primi boccioli che devi spargere il concime, a base principalmente di fosforo e soprattutto potassio, principale responsabile della fioritura delle piante.

Potatura

Si tratta di un processo fondamentale per le varietà di rosa rampicante, in grado di incentivare la nuova vegetazione e quindi la successiva fioritura.

Poco prima della fine dell’inverno puoi ridimensionare le tue rose rampicanti così da prepararle per la stagione di rinascita e fioritura.

È necessario munirsi di guanti vista la presenza di spine pronunciate e cesoie ben disinfettate.

Parassiti e malattie

Come per ogni varietà di rosa, parassiti succhiatori come afidi, cocciniglia, acari sono quelli che maggiormente ne sono ghiotti.

Anche bruchi verdi e forbicine possono cominciare a banchettare e divorare la rosa in ogni sua parte.

In base al grado dell’infestazione ed al tipo di parassita puoi utilizzare sia rimedi fai da te che chimici.

I rimedi fai da te maggiormente utilizzati possono essere olio di Neem o preparati fai da te a base di peperoncino o aglio, oppure il classico olio bianco.

La ticchiolatura o la ruggine sono malattie che spesso riscontriamo sulle foglie delle nostre rose viste le macchie che causano. Infezioni fungine come queste richiedono l’utilizzo di fungicidi specifici.

Giuseppe Iozzi
Nato a Napoli. Psicologo, col pollice verde. Ascolto i pazienti per professione, parlo alle piante per passione.